Api regine: caratteristiche e curiosità

list In: Apicoltura Laterza: Api e Prodotti Pubblicato: comment Commento: 0 favorite Visualizzazioni: 32

Nel mondo delle api, nessuna famiglia sarebbe in grado di sopravvivere senza la sua regina.

Parliamo di sciami che comprendono decine di migliaia di individui. Anche nei casi in cui le famiglie di api siano più numerose e forti, il loro numero conta poco qualora la regina non dovesse essere presente.

Essere un’ape regina non è un compito da poco. Proviamo a conoscere in maniera più approfondita le caratteristiche e le curiosità di questi particolari animali.

Credi di sapere tutto sulle api regine? Abbiamo creato per te una lista delle particolarità più sbalorditive e poco scontate sulle api regine e sui meccanismi che regolano la vita di questi particolari esseri viventi.

Il segreto delle api regine è l’alimentazione

Ti sei mai domandato come mai le api regine crescano in maniera più evidente rispetto alle operaie? Il segreto della loro crescita e del loro corpo più allungato e forte, è racchiuso in un unico fattore: la pappa reale. L’alimentazione che le api regine seguono, è completamente differente da quella delle api operaie e di tutto il resto dell’alveare.

Le larve, già prescelte per ricoprire il ruolo di sovrane, vengono nutrite in maniera diversa dalle altre già dai primi istanti di vita. Questo permetterà loro di crescere in maniera totalmente diversa e a essere le uniche di interi alveari, in grado di essere feconde.

Il pungiglione delle api regine ha doppia funzione

Chiamato anche “ovopositore”, il pungiglione delle api regine è in grado di donare sia la vita che la morte.

È bene specificare che solo le femmine di ape posseggono il pungiglione, i fuchi non ne sono dotati.

Dopo aver fatto differenza tra maschi e femmine, è bene specificare che: il pungiglione delle api regine è completamente differente da quello delle altre api, siano esse nutrici, operaie, guardiane eccetera.

Possiamo racchiudere le principali differenze in due differenti fattori: l’aspetto e le funzioni.

Nelle api operaie il pungiglione è dentellato. Questa caratteristica permette alle operaie di utilizzarlo come strumento di difesa in grado di penetrare nella carne del nemico e di rimanerci incastrato. Infatti quando le api utilizzano il loro pungiglione, lo fanno esclusivamente per difendere l’alveare poiché l’utilizzo di quest’arma le porta in contro alla morte.

Il pungiglione delle api regine invece, non è dentellato ma liscio. La sua funzione principale è legata alla deposizione di uova. In altri casi viene usato anche per duellare con la sua rivale nella sfida per l’ascesa al trono. Si può affermare quindi che il pungiglione delle regine possa essere usato sia per dare nuova vita, sia come arma letale.

Deposizione di un numero elevatissimo di uova:

Essendo l’unica su circa 60 mila individui a poter procreare, la regina deve svolgere in maniera meritevole questo compito. Quando una regina è feconda, ovvero dopo il famoso volo nuziale, quest’ultima è in grado di deporre un numero grandissimo di uova: circa 1500 in un solo giorno!

Quando l’ape regina depone le uova, sarà già a conoscenza del futuro sesso delle larve. Le uova fecondate daranno vita a femmine, mentre, le uova non fecondate daranno vita a nuovi fuchi.

Le sovrane non escono quasi mai dall’alveare

Per quanto una regina sia performante nel suo ruolo di sovrana, dovresti sapere che, la sua fisicità ha alcuni punti deboli. Le api regine non sono molto brave nel volo. La loro muscolatura alare non è ben allenata e la regina è abituata ad essere viziata e nutrita dalle sue operaie, a tal punto che la vita esterna possa rappresentare un vero e proprio pericolo. La sovrana non lascia mai l’alveare se non per ragioni specifiche, come il volo nuziale in cui avverrà la fecondazione e durante la sciamatura in cui, alla fine del suo compito, la regina lascerà definitivamente il suo alveare.

Gelosia tra api

Le api regine sono molto tutelate delle api operaie. Esse ottengono ogni tipo di beneficio e cura dal resto dell’alveare. Questo avviene durante tutta la loro vita e nel momento in cui le sovrane iniziano a invecchiare, dovranno essere sostituite da nuove api regine.

Durante questo momento, le api operaie iniziano a organizzarsi e a spostare la loro attenzione sulle nuove nasciture. Durante questa fase le api regine diventano molto nervose e cercano di attirare con ogni mezzo l’attenzione delle loro ancelle. La gelosia nei confronti di una nuova regina che sostituirà il ruolo dell’attuale, porta le vecchie regine a tenere a bada la situazione con la produzione di feromoni.

I feromoni attirano le api operaie e distolgono la loro attenzione sulle larve, ritardandone la nascita.

Dopo un po’ di tempo i feromoni prodotti dalla regina non bastano più per avere le operaie a servirla, che agiscono autonomamente non fornendole più le attenzioni di quando era giovane e performante.

Quando la regina arriva a questa situazione, essa dovrà lasciare l’alveare nel giro di poco tempo attraverso un fenomeno chiamato: sciamatura.

Acquisto api regine

È possibile acquistare api regine direttamente online visitando la categoria Api Regine

Apicoltura Laterza si occupa della produzione e della vendita di api regine vergini e feconde disponibili nella razza Buckfast e Ligustica.

Spediamo in tutta Italia e in tutta Europa attraverso metodi professionali e sicuri.

Vuoi saperne di più? Contattaci per ulteriori informazioni! Saremo lieti di rispondere a ogni tua domanda o dubbio.

Tag: api regine
Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password