Api regine e sciamatura

list In: Apicoltura Laterza: Api e Prodotti Pubblicato: comment Commento: 0 favorite Visualizzazioni: 228

Cos’è la sciamatura? Come possono gli apicoltori controllare questo fenomeno?

Quando le api regine si ritrovano ad aver terminato il loro ciclo di produzione all’interno dell’alveare, esse sono costrette a lasciare la loro casa.

Perché questo accade? Quello che possiamo dirvi è che la sciamatura fa parte dei meccanismi biologici delle api in cui, quando una regina diventa meno efficiente in termini di produttività, essa viene sostituita da una nuova sovrana, più giovane e più forte.

Per quanto sia un fenomeno naturale è comunque possibile, in apicoltura, poter controllare la sciamatura attraverso alcune conoscenze in merito. Andiamo dunque ad approfondire meglio come funziona la sciamatura e come comportarsi per ridurre al minimo la perdita di api.

La vita negli alveari

La vita delle api, come ben sappiamo, è disciplinata da regole rigide e precise. Le api mirano alla conservazione del loro sciame e investono tutta la loro vita e il loro tempo per portare avanti la loro sopravvivenza nel tempo.

Le api regine svolgono un ruolo fondamentale in tutto ciò. Essendo le uniche in grado di riprodursi, le regine si occupano della deposizione di uova all’interno delle celle in maniera costante.

 Il numero di uova deposte è sempre altissimo e ciò permetterà allo sciame di essere sempre rinnovato nelle sue forze attraverso nuove nascite.

Quando uno sciame è forte e in salute, si contano fino a 50 o 60 mila individui. La grandezza di uno sciame permette all’intero alveare di poter ricoprire tutti i compiti necessari per sopravvivere al meglio.

Quando le api regine vanno via: ecco cos’è la sciamatura

Come abbiamo precisato, il ruolo delle api regine è vitale. Quando una regina diventa meno efficiente nella produzione giornaliera di uova, le sue operaie iniziano già a programmare la nascita di una sostituta.

Negli alveari due regine non possono mai coesistere. La regola è sempre valida e non ha eccezioni. Quando la nuova regina sarà pronta per nascere, la vecchia sovrana dovrà lasciare subito l’alveare.

Quando un’ape regina lascia la sua casa per essere sostituita si verifica la sciamatura.

La regina che lascia l’alveare non andrà via da sola ma bensì con un gruppo di api che l’accompagneranno e una piccola scorta di miele per la loro sopravvivenza. L’ape regina infatti non è abituata a gestirsi e sopravvivere da sola. Per questo motivo, una parte dello sciame andrà via con lei.

È dunque importante essere a conoscenza di questi meccanismi. Nell’apicoltura, la sciamatura è un processo che viene sempre tenuto sotto controllo. In molti casi, una buona abilità e conoscenza verso le api, permette di rallentare o addirittura ridurre la perdita delle api.

In alcuni casi si fa in modo che la sciamatura venga addirittura del tutto evitata.

Selezione api regine

C’è da evidenziare che per controllare la sciamatura non esiste un metodo univoco e sicuro. La sciamatura dipende molto dalle caratteristiche genetiche delle api regine e varia molto con la stagione produttiva e climatica. Non tutte le regine diventano meno produttive dopo lo stesso tempo. Alcune regine mantengono i ritmi di produzione in maniera prolungata e per questo vengono sostituite dalle loro colleghe in tempi più lunghi. L’apicoltore deve cercare sempre di allevare api regine che siano meno propense alla sciamatura. È importante tenere d’occhio anche i periodi in cui si presentano i picchi di propensione a sciamare.

Controllare la sciamatura in apicoltura

Uno dei metodi più utilizzati dagli allevatori per il controllo del fenomeno, è quello di rimuovere le celle reali. In questo modo le api non avranno a disposizione la possibilità di allevare le larve destinate a diventare nuove regine e, in questo modo si potrà rallentare il processo.

Ovviamente, per prolungare il posticiparsi della sciamatura, le celle reali vanno rimosse con costanza. È opportuno effettuare un controllo ogni settimana per assicurarsi che le api non ne abbiano già costruite di nuove. La rimozione costante delle celle reali consente di posticipare con costanza la nascita di nuove regine, portando dunque le api ad occuparsi ancora della vecchia sovrana e, di conseguenza di non perdere una parte di sciame che andrà via con lei.

In tutti i casi, è sempre importante riconoscere le cause della sciamatura e poter intervenire in maniera mirata per controllare al meglio il fenomeno.

Solitamente è possibile riconoscere l’imminente verificarsi del fenomeno attraverso alcune particolarità.

 Un'arnia che si prepara alla sciamatura presenta le seguenti caratteristiche:

  • È fortemente popolata da api;
  • ospita un numero consistente di fuchi,
  • presenta celle reali opercolate.

Ovviamente, con qualsiasi intervento non è mai assicurata una completa riuscita del proprio intento. Frenare i meccanismi naturali delle api, va contro il loro istinto di sopravvivenza. Solo con una buona conoscenza di questi meravigliosi animali, si è in grado di capire quando intervenire. Spesso in buon apicoltore non è colui che mira solo ai propri interessi ma colui che riesce a calibrare il suo lavoro in simbiosi con le api. Il rispetto verso i loro meccanismi biologici è alla base di ogni allevamento professionale.

Api regine acquisto online

Se sei un apicoltore e hai bisogno di acquistare api regine, sciami, nuclei e famiglie di api, ti informiamo che è possibile acquistare api direttamente online grazie ad Apicoltura Laterza!

Siamo produttori esclusivi di api regine Buckfast e Ligustiche sia vergini che feconde.

Sei interessato all’acquisto? Scopri le disponibilità in tempo reale delle nostre api cliccando qui e acquista direttamente online!

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password