Prelevare il miele dalle arnie arreca danno alle api?

list In: Apicoltura Laterza: Api e Prodotti Pubblicato: comment Commento: 0 favorite Visualizzazioni: 154

È giusto dire che gli apicoltori “rubano” il miele delle api?

Il lavoro di un buon apicoltore tutela la vita dello sciame

Spesso accade che gli apicoltori debbano fare i conti con opinioni contrastanti riguardanti il loro lavoro. Per molti, la loro attività costituisce un sostegno importante per la vita delle api, per altri invece non è così. In molti casi, capita infatti di ricevere il dito puntato contro specialmente sulla questione del miele in quanto molte persone sostengono che gli apicoltori “rubino il miele alle api” vanificando i sacrifici di sopravvivenza di questi piccoli esserini.

In realtà non è affatto così! In questo articolo analizzeremo bene l’argomento per capire come opera l’apicoltore, come le api producono il miele e quanta dedizione ogni allevatore esercita per il proprio apiario e per fare in modo che il suo sciame si mantenga sempre forte e in salute. Il lavoro dell’apicoltore è importante e non crea assolutamente danno alle api.

A cosa serve il miele alle api

Le api producono miele per sopravvivere. Se il lavoro dell' ape regina è quello di produrre uova in quantità, quello delle altre api è produrre scorte di cibo a sufficienza per permettere alla famiglia di sopravvivere. La qualità della regina incide molto sulla produttività dell'intero sciame in quanto essa provvede al ricambio di api della colonia.

Quando la regina feconda smette di essere produttiva essa viene sostituita da una nuova regina. Le api regine hanno un ruolo vitale all'interno dell'alveare ma anche il cibo a disposizione incide inevitabilmente sulla vita della colonia.

Le api producono il miele raccogliendo nettare e polline da piante e fiori e lo trasformano poi in modo da poterlo immagazzinare nelle celle. Il miele costituisce una scorta di cibo insostituibile.

produzione di miele

Per la produzione di miele, le api lavorano davvero sodo! Come sappiamo questi insetti sono animali molto laboriosi. Una volta ottenuta la materia prima, il polline viene rigurgitato dalle api e trasformato in forma liquida attraverso la combinazione della saliva e altri enzimi.

A questo punto il miele deve essere conservato. Per fare in modo che il miele si mantenga commestibile, le api si adoperano per esercitare il processo di ventilazione. In questa fase, le api si raggruppano e riscaldano la sostanza attraverso un movimento continuo e veloce delle loro ali. In questo modo tutta l’acqua e l’umidità vengono ridotte notevolmente e il miele ottiene la sua consistenza finale.

La scarsa presenza di acqua all’interno del miele, permette alle api di conservare il cibo in modo impeccabile prevenendo la formazione di funghi o muffe.

Quanta quantità di miele prelevare dalle arnie

prelevare il miele

Quando l’apicoltore raccoglie il miele delle api, esso non lo fa in modo avido e non pensa solo ai propri profitti in quanto è consapevole che senza miele le sue api morirebbero. Il lavoro degli apicoltori procede in simbiosi con la vita delle api.

Arrivati al momento della smielatura e quindi quando il miele è maturo, gli apicoltori prelevano solo la quantità di miele necessaria, di solito è circa un terzo di tutto il miele prodotto dalle colonie. Per estrarre il miele, gli allevatori utilizzano strumenti appositi che allontanano le api temporaneamente ma senza infastidirle particolarmente. Qui avviene il prelievo dei melari e la lavorazione della sostanza per consentirne la vendita.

Tutto il resto della sostanza rimane a disposizione delle api che potranno dunque nutrirsi senza difficoltà e sopravvivere all’inverno dove il cibo scarseggia. L’apicoltore quindi lascia sempre a disposizione la giusta quantità di cibo al proprio sciame.

Ricordiamo inoltre che in periodi difficili come questi, alcuni apicoltori si sono ritrovati a non avere profitti. Le condizioni sfavorevoli relative ai cambiamenti climatici e l’utilizzo di pesticidi per l’agricoltura intensiva hanno creato molti danni alle api che si sono ritrovate a fare i conti con la scarsità di cibo.

Non potendo raccogliere polline e nettare a causa della sparizione di alcune, negli ultimi anni alcuni apicoltori sono stati costretti a nutrire le api in modo artificiale attraverso alcune sostanze zuccherine che permettessero allo sciame almeno di sopravvivere. In tutto ciò gli apicoltori hanno visto un ritorno e un profitto quasi nullo dato che gli sciami in assenza di polline non hanno prodotto miele.

Cura delle api e dedizione

La vita delle api è importante per qualsiasi allevatore a tal punto che oggi gli apicoltori vengono considerati come veri e propri eroi moderni. In tempi come questi in cui la vita delle api è messa a dura prova, le iniziative a sostegno del settore sono davvero numerose.

Questi piccoli insetti sono ultimamente sotto i riflettori proprio perché costituiscono una risorsa indispensabile per la Terra ed è importante contrastare il loro indebolimento. Il nostro pianeta risentirebbe molto l’assenza delle api, così tanto che anche la nostra sopravvivenza sarebbe in bilico.

Le attività che sostengono il settore apistico sono numerose a partire da campagne di sensibilizzazione e informazione, fino allo stanziamento di fondi per l’apicoltura.

Gli apicoltori aiutano moltissimo le api senza intralciare i loro naturali meccanismi biologici. Un buon apicoltore sa quando intervenire nella gestione del proprio apiario e sa anche quando è meglio mantenere le distanze dalle api affinché esse procedano liberamente.

Gli apicoltori svolgono tantissime attività tra cui quelle di allevare le api regine, controllare i nuclei e favorire la forza dello sciame. La raccolta del miele è solo una piccola parte del lavoro dell’apicoltore.

Apicoltura Laterza si occupa della produzione e vendita di api regine selezionate di razza Buckfast e api regine di razza Ligustica ma anche di nuclei e pacchi d’ape. Sei interessato? Acquista direttamente online! Puoi accedere alle disponibilità in tempo reale cliccando qui.

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password